Progetto ECNV

Economia Collaborativa Non Vedenti

Un progetto per non vedenti, ideato da un non vedente.


ECNV è un progetto per non vedenti che ho realizzato perché il mio sogno è offrire a tutti i non vedenti la mia stessa opportunità di autonomia e di imprenditorialità.

L’ho chiamato economia collaborativa non vedenti, perché l’obbiettivo del progetto è quello di creare una sorta di community di non vedenti o gruppi di acquisto che fanno la spesa tutti dallo stesso negozio, così tutti utilizzano gli stessi prodotti, tutti sono autonomi nell’acquistare gli stessi e tutti sono più autonomi nel fare la spesa che, purtroppo, nonostante questa sia una necessità di tutti, per noi non vedenti diventa complicato soddisfare in piena autonomia presso i normali canali distributivi.

Economia collaborativa non vedenti, infatti, si basa sul risolvere una situazione comune, offrendo una soluzione pratica e semplice sfruttando l’era digitale.

Credo che ogni non vedente abbia il diritto di essere autonomo nel fare i propri acquisti di largo consumo e di prima necessità, ma anche il diritto di crearsi un’attività improprio senza difficoltà economiche o pratiche.

Andare tutti insieme ad acquistare da un unico produttore significa offrire benefici al produttore e al consumatore che, oltre ad acquistare, può creare a sua volta il proprio gruppo e creare la propria impresa.

Il problema comune di noi non vedenti è proprio quello di fare la spesa presso un supermercato o negozio tradizionale, in quanto diventa davvero difficile riempire il carrello di ciò che vogliamo comprare:

Il prezzo, il prodotto, le caratteristiche, la scadenza. Sono tutte informazioni che se non si è accompagnati da una persona di fiducia o aiutati da un commesso che spesso aiuta contro voglia, non si riescono ad ottenere.

L’avvento degli acquisti online, quindi, permette ad ogni non vedente di essere autonomo nel riempire un carrello della spesa virtuale e di conoscere tutte le informazioni importanti del prodotto.

Oltre a questo fantastico beneficio, il non vedente può trarre guadagni non indifferenti andandosi a creare i suoi gruppi, non solo di non vedenti ma anche di normo visivi.

In questo caso entra in gioco un altro fattore molto importante, ovvero l’impatto sociale:

Il consumatore non vedente diventa imprenditore di se stesso e quindi offrendo la sua stessa opportunità alle altre persone, diventa utile a loro per creare la loro indipendenza economica, diventando un leader di successo nonostante le difficoltà.

Per ulteriori informazioni o collaborazioni utilizzare l’apposita area collabora con me.